SEI IN > VIVERE MESSINA > CULTURA
comunicato stampa

Mirto: sabato la prima mostra celebrativa per il maestro Francesco Musmarra

4' di lettura
158

Sabato 7 ottobre, al Museo della Memoria – Casa di Colapesce, si terrà la 1ª Mostra Celebrativa in memoria del Maestro Musmarra. L’evento sarà organizzato con il Patrocino del Comune di Mirto e dell’Accademia Tiberina già Pontificia di Roma.

Sarà un viaggio nel mondo di questo musicista incentrato sulle sue opere mandolinistiche, per banda e orchestra e oggetti personali. Ad impreziosire ulteriormente la mostra saranno anche la presenza di cimeli di alto pregio messi a disposizione dal museo Casa di Colapesce, tra cui la bacchetta appartenuta al Maestro Pietro Mascagni, che ha avuto un legame di collaborazione con il Musmarra.

La mostra sarà inaugurata alla presenza del primo Cittadino Maurizio Zingales, dal Vice-Sindaco Giuseppe Raffiti e dal Sovrintendente del Teatro Massimo di Palermo Marco Betta.

La figura del Maestro Musmarra

La musica è un dono del cielo atto a sollevare lo spirito umano”. Con questo incipit l’acese Francesco Musmarra raccontava la cifra del suo pensiero, speso in una vita dedicata alla composizione musicale ed alla direzione d’orchestra. Nato ad Acireale il 30 maggio 1866, il Maestro suonò per anni, come valente violinista, nell’Orchestra della Regia Cappella di Santa Venera. Padre, fratelli, nonno e bisnonno si erano sempre occupati di musica, confermando una vera e propria vocazione artistica della Famiglia Musmarra. Dopo la formazione, dirige la Banda Civica di Acireale dal 1916 al 1921, successivamente si occupa di insegnamento e composizione. Il più importante apprezzamento lo riceve nel 1915 dal Primo Ministro su disposizione di Re Vittorio Emanuele III in occasione della composizione della marcia patriottica “Trento e Trieste italiane” (composta come auspicio della riunificazione di questi due territori all’Italia). Questa marcia, tra l’altro, il 4 settembre 1915, fu eseguita dalla banda musicale di Sturno (AV), diretta per l’occasione dal M° P. Mascagni. Un’altra marcia militare apprezzata in quel periodo, fu “Sicilia”, che entrò a far parte del repertorio della Banda dei Carabinieri Reali, grazie all’attenzione del nipote del Musmarra, Ignazio, in qualità di musicante della Banda Reale dell’Arma. Riscuote successi e riconoscimenti per la partecipazione a vari concorsi musicali con brani per mandolino e chitarra: per la mazurka “Gioia e Mestizia”, per la riedizione del brano “Lucia di Lammermoor” di Donizetti, per le polke “Bizzarria” e “Cinematografo” e infine per il valzer “La Vendemmia”. Dopo la sua morte, avvenuta nel 1927, le sue opere si diffondono anche all’estero (in particolare in Giappone dove viene custodita buona parte del suo patrimonio musicale).

A mantenere la memoria di Francesco è stata istituita nel 2017 l’Associazione Culturale Musicale “Maestro Francesco Musmarra”, nata con lo scopo di mantenerne vivo il ricordo e di promuovere la cultura musicale realizzando mostre ed eventi teatrali e musicali.

Lo speciale annullo filatelico e la cartolina postale

Il Presidente dell’Associazione Museo della Memoria - Casa di Colapesce, Toti Librizzi, oltre a manifestare la sua disponibilità nell’organizzazione dell’evento apprezzando l’iniziativa, ha proposto di creare un annullo filatelico dedicato al compositore Musmarra per dare un valore aggiunto alla mostra.

Il servizio temporaneo verrà svolto da Poste Italiane, Sportello Filatelico di Patti, presso il Museo della Memoria - Casa di Colapesce, giorno 7 ottobre dalle ore 14:30 alle ore 20:00. L’impronta raffigura il volto del Maestro e la descrizione “1 Mostra Celebrativa dedicata al Maestro Francesco Musmarra”. È stata inoltre predisposta una speciale cartolina con una fotografia d’epoca. L’annullo resterà poi disponibile presso lo Sportello filatelico di Patti, Via Garibaldi 10, nei successivi 60 giorni, per essere poi depositato presso il Museo della Comunicazione e Storia Postale di Roma.

Le parole della Presidente Venera Torrisi

L’evento di Mirto si inserisce in un periodo particolarmente ricco di iniziative e riconoscimenti per l'Associazione che ho l’onore di presiedere. Sabato scorso 30 settembre, nello splendido scenario della Caserma "Ruggero Settimo" di Palermo, l’Associazione Culturale Musicale Maestro Francesco Musmarra ha ricevuto il “Premio Internazionale Morgantina” IV edizione dall’Accademia di Sicilia, presieduta dal Prof. Tommaso Romano. In occasione dell’apertura dell’anno Accademico 2023/24, sono state premiate le Eccellenze siciliane, tra queste anche l’Associazione Musmarra per l’impegno profuso nel campo della cultura e la valorizzazione dell’arte musicale, alla presenza di autorità civili e militari tra cui il Sindaco, Dott. Roberto Lagalla, il Generale di Divisione Maurizio Angelo Scardino, il Capo Maggiore di Stato Pasquale Vasaturo, il Senato Accademico, presieduto dalla Prof.ssa Patrizia Allotta. Inoltre, l'Associazione collabora con la secolare e storica "Accademia Tiberina" di Roma (presieduta dal Dott. Franco Antonio Pinardi) nella quale dirigo il Dipartimento di Musica. Siamo particolarmente fieri del meritevole risultato, che scaturisce da un intenso lavoro di studi, ricerche, collaborazioni con importanti e autorevoli istituzioni e la preziosa collaborazione di preparati professionisti del panorama musicale”.

Il tempo non offusca il ricordo e l’opera di un grande musicista, figlio di una terra generosa, dalle profonde radici culturali. La sottolineatura filatelica e la mostra di Mirto saranno il giusto tributo per un artista che ha fatto della passione per la musica il senso della sua vita.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-10-2023 alle 12:21 sul giornale del 06 ottobre 2023 - 158 letture






qrcode