Truffa al sistema sanitario, indagati altri due medici del Papardo

2' di lettura 30/09/2021 - Si allarga l'indagine della procura di Messina sullo svolgimento dell'attività libero-professionale 'intramuraria' nelle strutture sanitarie pubbliche, che il 9 settembre scorso aveva portato alla sospensione del primario di Urologia dell’ospedale Papardo.

La guardia di finanza ha eseguito il sequestro preventivo di oltre 65.000 euro al primario e ad altri due medici del Papardo, accusati di peculato, truffa aggravata e falso in atto pubblico. Le indagini sono state condotte degli specialisti in materia di spesa pubblica del Nucleo di polizia economico-finanziaria di Messina, coordinati dal pool di magistrati che si occupa di contrasto ai reati contro la pubblica amministrazione.

Oltre al primario di Urologia Francesco Mastroeni, già sospeso dalla professione per un anno, gli elementi indiziari acquisiti hanno consentito di ricostruire un solido quadro indiziario a carico di altri due dirigenti medici, l'endocrinologo Carmelo De Francesco e il cardiologo Santi Sorrenti.

Secondo gli inquirenti i tre medici, legati all'azienda sanitaria da un contratto che prevedeva un rapporto di esclusività, avrebbero effettuato visite specialistiche all'interno del reparto richiedendo e ricevendo da un folto numero di clienti il pagamento in contanti "omettendo di rilasciare qualsiasi ricevuta fiscale, nonché di versare all'azienda sanitaria la percentuale dovuta". La guardia di finanza, inoltre, li accusa di avere ricevuto pazienti in studi privati non dichiarati al fisco.

___________________________________________
È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Telegram, cliccando nei link della tabella sotto e iscrivendosi GRATUITAMENTE.
Sono attivi anche i nostri canali social: Facebook e Twitter, per trovarli basta cliccare nei link della tabella sotto.

Città Telegram Social
Agrigento @vivereagrigento FB
Caltanissetta @viverecaltanissetta FB - Twitter
Catania @viverecatania FB - Twitter
Enna @vivereenna FB - Twitter
Messina @viveremessina FB - Twitter
Palermo @viverepalermo FB - Twitter
Ragusa @vivereragusa FB - Twitter
Siracusa @viveresiracusa FB - Twitter
Trapani @viveretrapani FB





Questo è un articolo pubblicato il 30-09-2021 alle 12:57 sul giornale del 01 ottobre 2021 - 150 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/clTJ





logoEV