Sequestrati due bar in centro, ai domiciliari la figlia del boss

2' di lettura 28/09/2021 - Sequestrati due bar in pieno centro di Messina,oltre a immobili e auto, a un clan mafioso. Arrestata la figlia del boss, accusata di essere la prestanome del padre.

Due noti bar di corso Cavour sotto sequestro e la figlia di un boss agli arresti domiciliari. Questo il bilancio di una operazione della guardia di finanza che ha eseguito una misura cautelare e reale nei confronti di una 26enne, figlia di Salvatore Sparacio, fratello dello storico boss messinese poi divenuto collaboratore di giustizia. La giovane è accusata di intestazione fittizia di società, beni immobili ed autovetture, in realtà riferibili al padre che continuava a gestirli. Con lo stesso provvedimento sono state sequestrate le due attività commerciali, oltre che una quota pari al 25% di una Srls con sede a Messina ed operante del settore della consulenza pubblicitaria, due fabbricati, un'auto e denaro contante pari a 15mila euro. Il tutto per un valore complessivo stimato pari a 1,1 milioni di euro.

I provvedimenti sono scaturiti dall'inchiesta 'Provinciale' che nell'aprile scorso portò alla disarticolazione di un gruppo criminale attivo nel rione Ariella. In quest'ambito, le indagini dirette dalla Direzione distrettuale antimafia di Messina, ed eseguite dagli specialisti del Gico della guardia di finanza peloritana, avevano documentato come il gruppo mafioso indagato costituisse "un importante riferimento cittadino per le scommesse illecite", tanto da spuntare commissioni del 40% sugli incassi delle giocate, forte anche di "consolidati rapporti" con dirigenti maltesi del settore, rilevando anche "pericolose connessioni con esponenti della politica locale".

___________________________________________
È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Telegram, cliccando nei link della tabella sotto e iscrivendosi GRATUITAMENTE.
Sono attivi anche i nostri canali social: Facebook e Twitter, per trovarli basta cliccare nei link della tabella sotto.

Città Telegram Social
Agrigento @vivereagrigento FB
Caltanissetta @viverecaltanissetta FB - Twitter
Catania @viverecatania FB - Twitter
Enna @vivereenna FB - Twitter
Messina @viveremessina FB - Twitter
Palermo @viverepalermo FB - Twitter
Ragusa @vivereragusa FB - Twitter
Siracusa @viveresiracusa FB - Twitter
Trapani @viveretrapani FB





Questo è un articolo pubblicato il 28-09-2021 alle 11:22 sul giornale del 29 settembre 2021 - 150 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, mafia, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/clvk





logoEV